Gruppo “L’Inpgi siamo noi”: «Riforma, ok dei Ministeri fa pulizia su indiscrezioni denigratorie»

L'Inpgi siamo noiIl gruppo “L’Inpgi siamo noi”, presente con propri candidati alle prossime elezioni per il rinnovo di tutti gli organismi dell’Inpgi, in merito all’approvazione della riforma previdenziale dell’Istituto dei giornalisti, arrivata oggi dai Ministeri vigilanti, ha diffuso la seguente nota:

Si tratta di un sostanziale via libera dei ministeri dell’Economia e del Lavoro alla manovra messa a punto dall’Inpgi. La lettera che è stata trasmessa oggi dai Ministeri all’Istituto fa piazza pulita delle interessate indiscrezioni fatte circolare da giornali e aree di giornalisti che hanno fatto della denigrazione del lavoro del Presidente Camporese e del gruppo dirigente uscente dell’Inpgi la loro occupazione principale. La riforma è un atto coraggioso e responsabile di chi gestisce da quattro anni l’Istituto e il beneficio che ne ricaverà il sistema previdenziale autonomo dei giornalisti sarà immediato. Il Consiglio di Amministrazione uscente, pur richiedendo sacrifici non irrilevanti alle colleghe e ai colleghi, ha difeso nella sostanza il sistema vigente salvaguardandone l’impianto e difendendo prestazioni che resteranno comunque più vantaggiose di quelle offerte dall’Inps. Il nuovo Cda, che sarà eletto dal Consiglio Generale a sua volta votato nelle prossime elezioni, approfondirà le osservazioni formulate dai ministeri su alcuni punti come l’età pensionabile e il contributo dei pensionati. Il lavoro comune di Inpgi e Fnsi avrà certamente il suo peso. Inpgi siamo noi ritiene che la lettera resa nota oggi debba indurre il prossimo Cda a lavorare con altrettanti coraggio e determinazione. Si invitano mestatori e calunniatori a moderare toni e argomentazioni, e a confrontarsi con la realtà.

Bad Behavior has blocked 158 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok