Fnsi: «Ministro Orlando, bene su precariato giornalisti, ma il governo risponda con riforme»

Il ministro Orlando: «Il precariato dei giornalisti è un problema per la democrazia»
Lorusso: «Il governo può dare prime risposte ai colleghi con i decreti della riforma editoria»

Il ministro Andrea Orlando (nella foto), ospite di Tiziana Panella a Tagadà, su La7, si sofferma sulla condizione dei giovani avvocati e dei giovani giornalisti costretti a fare [...]

Fnsi: «Mobilitazione perché minacciare i giornalisti sia aggravante di reato»

«Mentre in Parlamento giacciono impantanate le proposte di legge volte a eliminare il carcere per i cronisti e sanzionare chi, sentendosi diffamato, chiede risarcimenti spropositati, i giornalisti italiani continuano ad essere minacciati e a subire pressioni attraverso lo strumento delle cosiddette “querele temerarie”. Tutto questo non è più tollerabile». Lo affermano, in una nota, il [...]

Fnsi: chiesto al Ministro della Giustizia stop a querele temerarie e a carcere per i giornalisti

Abrogazione del carcere e querele temerarie i temi al centro dell’incontro tra la Federazione della Stampa e il Ministro di Grazia e Giustizia Andrea Orlando

Abrogazione del carcere per i giornalisti, querele temerarie usate come strumento di minaccia nei confronti dell’esercizio del diritto di cronaca, sblocco della legge sulla diffamazione, attualmente ferma in quarta lettura [...]

Editoria: approvata legge di riforma; Fnsi, «Ora via ai regolamenti»

«Con la definitiva approvazione della legge di riforma dell’editoria da parte della Camera dei deputati si pongono finalmente le basi per il rilancio dell’intero sistema dell’informazione, che non potrà che ripartire dalla formulazione di nuove regole antitrust e dalla tutela dell’autonomia delle redazioni, più che mai urgenti alla luce dei processi in atto di fusione [...]

Ddl editoria: nessuna modifica alla Camera; Fnsi, «Possibile il sì ai primi di ottobre»

L’aula della Camera ha concluso oggi la discussione generale sul ddl di riforma dell’editoria licenziato dalla commissione Cultura di Montecitorio senza modifiche rispetto al testo approvato dal Senato.
«Esistono a questo punto tutte le condizioni per poter finalmente arrivare, nelle sedute già fissate per i giorni 4 e 5 ottobre prossimi, all’approvazione definitiva del provvedimento, condizione [...]

Bad Behavior has blocked 272 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok